L'IMPORTANZA DELLO STUDIO DEL CANTO

Quali sono le caratteristiche per definire una voce, bella?
Di solito per definire la bellezza di una voce si utilizzano aggettivi che normalmente sono associati agli altri sensi: una voce è bella, quando è morbida, o quando è profonda, quando è calda o sensuale, una capacità d’analisi che normalmente ci dà la vista. Prima di tutto affermerei che una voce è bella, quando è intonata. La voce esprime le nostre emozioni e in questo senso dobbiamo considerarla uno dei più importanti mezzi di comunicazione. Paragoniamola ora ad una macchina: l’apparato respiratorio è il fornitore di benzina, la laringe è il motore, la cavità di risonanza ”maschera” è il carburatore che permette di esaltare la prestazione del motore.

Basta poco però a rovinare una voce, come?
Bastano le inevitabili grida durante una lite o durante un concerto, allo stadio o meglio cantando senza una tecnica adeguata, da prima con disturbi funzionali ed in seguito vere e proprie patologie dell’organo vocale come noduli o altro. Segno che la “macchina” è stata male utilizzata. E’ anche vero che alcuni soggetti possiedono una predisposizione congenita che istintivamente li porta ad utilizzare meglio la voce, cosa che giusti.ca ad esempio come alcuni cantanti raggiungano gradi d’eccellenza tecnica vocale dopo pochissimi anni di studio. L’uso di una buona tecnica vocale basata su una respirazione corretta, permette di acquisire attraverso esercizi specifici, una corretta gestione delle corde vocali. Il primo passo è ottenere la tensione del collo fondamentale per controllare la laringe e gli altri muscoli necessari a parlare. Ottenere questo risultato non è semplice:bisogna saper gestire la postura, la respirazione e il modo in cui si portano, in altre parole si emettono i suoni. Partiamo dalla postura. Essa è la gestione della propria verticalità e quindi di tutte le fasce muscolari coinvolte nei rapporti tra capo e collo, collo e spalle, tronco e bacino. Provate a parlare con le spalle piegate e il collo .esso in avanti: vi accorgerete certamente di fare più fatica rispetto a, quando siete eretti. La postura corretta per ottimizzare il sistema vocale prevede che la testa, il collo (quindi le sette vertebre cervicali) e le spalle siano allineati. Molti sono coloro che non respirano in modo corretto, in base a fattori ansiogeni, stress, ore di fonazione eccessiva; in questi casi è necessario disimparare i meccanismi che sono stati messi in atto inconsapevolmente per aiutarsi.La respirazione diaframmatica, o meglio costodiaframmatica, è quella che abbiamo dalla nascita e che ci permette di usare al meglio la voce. E’ la respirazione che si adotta naturalmente, quando si è distesi a letto, ma che nel caso della fonazione dobbiamo ampliare e controllare a seconda della produzione vocale che vogliamo ottenere (frase lunga o breve, intensità vocale elevata o ridotta, ecc.). Al contrario una respirazione toracica, con sollevamento dello sterno e impegno della muscolatura del collo e delle spalle, porta a non gestire l’aria espiratoria attraverso il Controllo sul diaframma e conduce ad una forzatura della voce che può causare alcuni disturbi. Arriviamo all’ultima parte della nostra macchina, l’uso della maschera, signifca gestire la qualità ed udibilità della voce e quindi avere il controllo della cassa di risonanza, composta da tutto ciò che si trova al di sopra delle corde vocali: cavità orale, faringe, e soprattutto le cavità nasali e para-nasali e frontali, affinché la voce diventi più potente in intensità e più bella all’ascolto.

CORSO DI CANTO “VOCAL CLASSES”
A tutti piace cantare.
Molti ci provano in modo più o meno serio.
Pochi conoscono l'importanza di cantare con una voce impostata.
Pochissimi conoscono i pericoli ai quali si va incontro se ci si ostina a cantare senza conoscere la tecnica di base.

Realizzando questo Corso “Vocal Classes” intendo semplicemente farvi sapere che per cantare bene e correttamente dobbiamo conoscere cose insospettabilmente necessarie, che Durante questo percorso di studio, intendo fornirvi una visione molto più ampia di tutto quello che riguarda la tecnica di canto insegnandovi che esistono metodi ben collaudati per imparare a cantare, tramite lo studio approfondito della respirazione e della tecnica vocale, che dovrete poi mettere in pratica con esercizi specifici e vocalizzi di vario tipo fino ad arrivare all'esecuzione completa di brani musicali di generi diversi. Chiaro però che non ho la presunzione di far credere alle persone di possedere una bacchetta magica che possa fare di chiunque un buon cantante semplicemente leggendo queste poche righe.

PROGRAMMA
• respirazione diaframmatici- costale
• impostazione generale della voce
• controllo del fiato, dell’emissione, dell’attacco
• uso dei risonatori
• dinamica
• postura
• vocalizzi su scale maggiori e minori, arpeggi, intervalli particolari, ascendenti e discendenti
• vocalizzi con tutte le vocali, sillabe e vari,
• esercizi di intonazione, ritmici, di intensità e timbro
• staccato, legato, puntato …
• esercizi di agilità, di tenuta del suono, passaggi di registro
• interpretazione dei brani e improvvisazione
• studio e ampliamento del repertorio
Il Corso si terra a Padova e Cittadella a partire da settembre e finirà a giugno, le lezioni saranno individuali della durata di 1 ore, 4 volte al mese


Per informazioni ed iscrizioni puoi telefonare all’Accademia della Musica al 049/8647105 e richiedere un incontro di prova completamente gratuito.



Accademia della Musica © tutti i diritti di riproduzione sono riservati