DOMANDE E RISPOSTE:
come scegliere lo strumento e come trovare una scuola di musica seria....evitando le sorprese !

A che età si può cominciare ?
Prima si comincia e meglio è. Infatti i bambini di oggi sono immersi in un contesto ricco di stimoli e segnali che attirano la loro attenzione e sviluppano la loro mente fin dai primissimi anni. Con i moderni programmi pedagogici sviluppati dall'Accademia accogliamo bambini anche di 2 e 3 anni, ovviamente dopo un incontro di valutazione svolto insieme ai genitori perchè ogni bambino rappresenta un caso a sè.

Ho più di 60 anni....sono troppo vecchio ?
Chi lo ha detto ? Anzi, la terza età ci concede la possiiblità di riprendere in mano sogni e aspirazioni che a volte abbiamo dovuto mettere da parte per necessità. Disponendo di più tempo per la pratica e contando su una capacità motoria già sviluppata in altri ambiti, spesso è persino più immediato l'apprendimento delle prime melodie.

Le scuole di musica sono tante, come faccio a capire che si tratti di un buon istituto ?
Sopratutto quando si parla della formazione dei bambini è assolutamente necessario valutare alcuni aspetti che non tradiscono mai.

  1. Per prima cosa valuta se la scuola sia dotata di una seria impostazione metodologica rilevabile da registri, schede alunno, riunioni del corpo insegnante, monitoraggio in itinere e che i docenti siano tutti in possesso dei requisiti idonei per l'insegnamento.
  2. cerca una scuola con radici solide rivolgendoti preferibilmente ad istituti che abbiano una storia ed un credito nell'insegnamento della musica e lascia perdere i maestri improvvisati o le centinaia di scuole che nascono e muoiono nell'arco di un anno...
  3. richiedi sempre la percentuale di successo scolastico, ovvero quanti allievi della scuola sono diventati musicisti o sono entrati in conservatorio: molte "scuolette" promettono molto a parole ma non ottenendo risultati deludono molto nei fatti facendoti perdere tempo e denaro e compromettendo la formazione
  4. grazie ai motori di ricerca di internet puoi verificare velocemente la popolarita' di un istituto e dei suoi singoli docenti: un maestro sconosciuto o una scuola che non sia presente nel panorama musicale, offre scarsa affidabilita'. Infatti quando vai da un medico per curarti pretendi che questi sia laureato o specializzato: pretendilo anche nella musica ! Per curare il corpo o curare lo spirito servono comunque dei professionisti
  5. Non hai mai sentito suonare il tuo maestro nemmeno a lezione ? non suona mai in concerti in pubblici ? Allora hai sbagliato strada: come puoi pretendere che una persona che non è capace di suonare possa insegnarti a suonare ?
  6. Il curriculum di un musicista è la sua carta di identità professionale, ne attesta gli studi compiuti e le capacità professionali, ma ricorda che non basta ancora, infatti a parole siamo capaci tutti. La soluzione migliore è ascoltare suonare dal vivo il tuo maestro, sarà la migliore credenziale che potrà offrirti.
  7. infine dai un occhio alla solidita' istituzionale : le scuole più importanti possono rilasciarti certificati di credito formativo VALIDI ed in genere hanno partenariati forti con altre rilevanti istituzioni cittadine. Richiedi semrpe la "carta dei servizi" che ogni buon istituto deve aver predisposto per garantire la trasparenza nei rapporti con gli iscritti.

....ed ora che sai tutto......BUON STUDIO !


Accademia della Musica © tutti i diritti di riproduzione sono riservati