SOUNDABILITY VS DISABILITY

SOUNDBEAM : la tastiera invisibile

Presentazione del Soundbeam durante una sessione del laboratorio di musicoterapia "SUONO ANCH'IO" Progetto ideato e condotto dall'Accademia della Musica di Padova sotto la guida del Prof. Stefano Medici. Il comitato di ricerca scientifica del progetto Ë coordinato dalla Dott.ssa Daniela Bobbo. La partecipazione al progetto Ë GRATUITA.

Il Soundbeam durante una sessione di musicoterapia all'Accademia

Grazie all'impiego di sofisticate tecnologie, il progetto SUONO ANCH'IO permette anche a soggetti afflitti da forti limiti motori di poter produrre dei suoni interagendo con la musica per mezzo di un particolare "sensore" progettato per riconoscere il movimento di un corpo, di una mano,...e persino di un dito, trasformandolo in suono. In questo modo il soggetto si trasforma in esecutore attivo nel contesto musicale, nel concerto come in un assolo interagendo con la musica e partecipando all'evento sonoro a vari gradi e livelli.

Uno screening iniziale permetter‡ di valutare l'approccio musicale con il quale rivolgersi al soggetto e scegliere fra le tante esperienze musicali quella che meglio si presta a stimolare la relazione, la creativit‡ ed il senso ritmico di tutto il corpo.

Attraverso un sistema di controller e di codifiche midi la MUSIC SENSORY PLAYER (SPM) converte i movimenti, anche piccoli movimenti in suoni, capaci di interagire con un altro musicista o una base musicale, stimolando la creativit‡ e la relazione con il mondo esterno. Questo progetto si rivolge a soggetti con gravi disabilit‡, intese come significativi problemi fisici quali paralisi cerebrale, atrofia muscolare spinale, ma che manifestino almeno un movimento indipendente auto controllato e non abbiano mai evidenziato reazioni avverse alla musica come inizio di attivit‡ convulsive da particolari frequenze.

Anche se il soggetto non parlasse dovrebbe essere comunque in grado di fornire risposte identificabili agli stimoli uditivi e percettivi dei suoni della gamma media dell'estensione musicale.

Inoltre Ë requisito essenziale la capacit‡ del soggetto di restare posizionato su una sedia ( convenzionale o a rotelle o specialistica ) oppure seduto su un cuscino posto sul pavimento.

Il progetto si compone di un rilevante aspetto di ricerca garantito da un pool di esperti che ha il compito di guidare i soggetti nel percorso di musicoterapia analizzando la situazione in ingresso, monitorandola in itinere e tracciandone gli aspetti conclusivi, nella speranza di essere di aiuto ad altri.

TAG SOUNDBEAM #SOUNDBEAM DISABILITY MUSICOTERAPIA SUONOTERPAIA SOUNDABILITY DISABILITY THERAPY